giovedì, marzo 08, 2007

FESTA DELLA DONNA EMANCIPATA

La festa dell'8 marzo è stata oramai spogliarellata del suo significato originale. I cortei di donne con gli zoccoli degli anni del femminismo sono stati sostituiti da cortei di zoccole verso uomini oggetto. L'utero è loro e se lo gestiscono loro.

Quasi nessuno però ricorda che oggi si commemora la morte di 129 operaie americane che protestavano per le loro condizioni di lavoro inumane, rimaste intrappolate in un incendio appiccato ad un locale durante uno spogliarello maschile.

4 commenti:

alessì ha detto...

dimenticare il passato e il perchè delle cose sembra essere il nostro destino

javert ha detto...

Bel blog.
Punto.

p.s. come mai a blogitalia risulti di Trento che non lo sei?

caio

frugulla ha detto...

Che cosa sia realmente la giornata e non la festa della donna molte sciaquette l' hanno dimenticato, complici i media e i commercianti e i gestori di localacci, non ci piove
Cosa sia il rispetto per le operaie morte in una fabbrica nella quale erano state rinchiuse e alla quale era stato dato fuoco dopo un giusto sciopero lo hai scordato tu
Spiacente ma non fa ridere, è penoso

alessandroid ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.